balconata piano nobile
balconata piano nobile

balconata di distribuzione alle stanze e alle camere del piano nobile

pensilina ingresso
pensilina ingresso

particolare della pensilina liberty dell'ingresso principale alla villa

vista generale
vista generale

veduta generale dal piano della servitù(piano secondo) verso il piano terra dell'ingresso

veduta balconata
veduta balconata

veduta della balconata con i particolari delle balaustre in ferro battuto

veduta
veduta

piano nobile

corpo scale
corpo scale

veduta del corpo scale dal piano alto

vetrata
vetrata

serramento vetrato in stile liberty visto dall'interno e dal basso posizionato nel punto più alto della copertura

particolare
particolare

dettaglio di notevole fattura della maniglia delle finestra del piano nobile

serra
serra

serra in ferro e vetro posizionata nel giardino della villa

serra interno
serra interno

veduta all'interno della serra con particolari della fattura e dei serramenti apribili per la ventilazione in ferro

esterno villa prima dei lavori dei restauro degli intonaci e delle persiane di villa Premoli

PRIMA e DOPO

il restauro degli intonaci esterni e delle persiane

La villa Premoli consiste in un edificio a pianta compatta, della superficie di circa 440 mq a tre piani fuori terra.

L'insieme di tutti gli immobili è stato edificato attorno al 1885 – 1889 e comprende fabbricati agricoli, residenziali e accessori di grande interessa storico artistico e architettonico.

I caratteri architettonici presenti sono piuttosto eterogenei: mentre i fabbricati agricoli rispecchiano le tipiche caratteristiche della cascina di pianura lombarda, la villa ed il parco si inseriscono nel filone dell'architettura “internazionale” propria delle residenze della borghesia di fine '800; la scuderia e la portineria riprendono temi più legati al “pittoresco”  ed al “neogotico”, precorrendo in alcuni particolari il liberty.

Tutti i locali del primo e secondo piano sono disimpegnati da due balconate interne, prospettanti sul vano centrale a tutta altezza, sede del grande scalone monumentale, sormontato dal caratteristico lucernario in vetro colorato.

I diversi piani sono collegati da due scale: il grande scalone centrale sopra citato, che unisce il piano terreno al primo piano; ed una seconda scala di servizio che, al  contrario, parte dalla cantina e si spinge fino al secondo piano.

I manufatti interni in ferro e legno sono di grande pregio e ancora molto ben visibili.

Purtroppo villa e parco sono stati soggetti negli ultimi decenni ad un progressivo degrado, a cui si intende ora porre rimedio con opere di restauro conservativo, sia pure con le ovvie difficoltà di ordine economico e di prospettive di riuso.